Archivi

Le ville italiane del re della propaganda russa

ville dei russi sul lago di como

Le ville italiane del re della propaganda russa si trovano sul lago di Como, come quelle dei divi di Hollywood. Lui si chiama Vladimir Soloviev e, nonostante gli attacchi all’occidente, non ha resistito all’incanto del bel Paese. La sua vicinanza al presidente Putin è tale che le sanzioni internazionali contro la Russia hanno colpito anche […]

Continua a leggere

L’ultima intervista di Nicola Franzoni

L’ultima intervista di Nicola Franzoni l’ho realizzata sopra al suo locale di Massa Carrara, a poche ore dal suo arresto. Ci siamo confrontati in modo molto diretto sulla strategia comunicativa dell’odio, quella che lo ha portato a dichiarare di aver goduto per la morte di David Sassoli, la stessa che lo fa inveire contro ebrei, […]

Continua a leggere

Putin è caduto nella trappola della Cia

Putin trappola cia

Putin è caduto nella trappola della Cia? Secondo l’analista geopolitico Andrew Spannaus, sì. E così facendo avrebbe consegnato la vittoria agli americani – al costo della distruzione dell’Ucraina. E’ un’analisi spietata ma lucida che sottolinea un elemento di cui si dibatte poco: l’invasione ha esaltato la debolezza dell’Armata di Putin e smorzato la minaccia russa […]

Continua a leggere

Lugano, il paradiso degli oligarchi

lugano paradiso oligarchi

Lugano è il paradiso degli oligarchi. La Svizzera, più in generale, lo è da molto tempo. Perché garantisce a chi se lo può permettere le due cose più preziose al mondo: sicurezza e privacy. Per questa ragione esiste la Tasis, la scuola internazionale di Lugano, frequentata da ragazzi di sessanta nazionalità i cui genitori possono […]

Continua a leggere

Nelle ville dei Casamonica

nelle ville dei casamonica

Nelle ville dei Casamonica, per testimoniare le demolizioni mai effettuate, i dissequestri mai resi effettivi, gli abusi eclatanti. Per capire l’ascesa del clan più feroce della capitale si parte da qui, dalle ville simbolo di un potere visibile, violento, arrogante. In un momento cruciale per il futuro di Roma e dei suoi assetti criminali

Continua a leggere

Il rigassificatore di Livorno e le alternative al gas russo

rigassificatore livorno gas russo

Al largo di Livorno, a un passo dai confini nazionali, si trova il rigassificatore che potrebbe diventare una delle principali alternative al gas russo. Si tratta di una nave lunga 300 metri in grado di riportare allo stato gassoso 3,75 miliardi di metri cubi di gas naturale liquido. Viene approvvigionata dalle navi gasiere in arrivo […]

Continua a leggere

Guerra in Ucraina, la protesta dei camionisti contro il caro carburante

protesta camionisti caro carburante

Mentre in Ucraina si alzano i venti di guerra, la protesta dei camionisti contro il caro carburante blocca la Puglia. Le ragioni della rivolta sono chiare: il caro carburante, assieme all’innalzamento dei prezzi di tutte le componenti dei tir, non consentono più margini di guadagno. E l’effetto è disastroso: le navi in arrivo al porto […]

Continua a leggere

Covid, la protesta dei medici di base

protesta medici base

La protesta dei medici di base arriva dopo due anni di pandemia. In Lombardia, come nel resto d’Italia, non si è ancora investito abbastanza sulla sanità locale, su quei presidi medici che avrebbero potuto alleviare il carico dei nosocomi e gestire le cure domiciliari. Secondo il dott. Alberto Aronica, vice presidente del Consorzio Medici di […]

Continua a leggere

Covid, i costi reali di una terapia intensiva

Per una degenza Covid in terapia intensiva si spendono in media 3mila euro di medicinali al giorno. A cui si deve aggiungere il personale e il costo umano di coloro i quali non possono accedervi per altre patologie. Luca Lorini, primario del Papa Giovanni di Bergamo, aggiunge anche un altro dato: la variante Delta non […]

Continua a leggere

Covid, i numeri sui morti non tornano

I morti di Covid in Italia potrebbero essere il 30 percento in meno di quanto dichiarato. Il dilemma nasce dal fatto che al Ministero della salute non si distingue tra morti con Covid e morti per Covid. Una distorsione che gli ospedali come il Papa Giovanni di Bergamo hanno già corretto

Continua a leggere